E’ NATO

centri sociali, realtà antagoniste, sindacalismo di base, no tav, no dal molin

 

E’ NATO

Quello che vuole essere un blog VIVO, non saremo politically correct saremo PARTIGIANI, saremo la vetrina dell’ANTIPOLITICA perché la Politica dobbiamo farla noi i cittadini e non la casta putrefacente al potere o la finta-opposizione. 

Oggi 15 maggio 2011 nasce questo luogo di aggregazione virtuale/reale.

Questo vuole essere un posto dove confrontarsi in rete e portare il confronto nella realtà, la soffocante disinformazione di regime ci impone di costituire punti informativi alternativi e questo, modestamente, tale vuole essere. Saremo assolutamente PARTIGIANI, non supporteremo MAI i partititi e sindacati istituzionali che, seppur con responsabilità diverse, riteniamo TUTTI complici e colpevoli dell’attuale situazione di degrado economico e morale di questo paese.

A chi certamente ci taccerà di qualunquismo rispondiamo che nulla è peggio del cerchio-bottismo di chi vuole stare con il padrone e con l’operaio…di chi si commuove per l’oppresso ma gozzoviglia con l’oppressore, di chi si professa cattolico e poi non da da bere agli assetati …di chi piange i morti sul lavoro e poi nulla eccepisce quando gli imprenditori-predoni plaudono ad uno di loro condannato per averne AMMAZZATI  sette di lavoratori, di chi si spaccia per ambientalista ma è contro agli INCENERITORI e alle CEMENTIFICAZIONI selvagge solo se a volerle attuare sono gli avversari politici di facciata…di chi dice che l’acqua deve essere pubblica solo un pochino e ovviamente non nelle zone da loro amministrate.

NOI SEMPLICEMENTE E SENZA EQUIVOCI VOGLIAMO CHE QUESTA CLASSE DIRIGENTE SE NE VADA ! alla domanda: “e allora chi rimane?” rispondiamo che ad ogni classe dominate in uscita ne subentra un’altra e NOI abbiamo l’ambizione di determinarla e determinarne le azioni e le scelte, mantenendo sempre alto il livello di vigilanza partecipativa e propositiva, senza leaderismi e apparati elefantiaci.

Un’altra accusa che ci verrà mossa è quella classica e stantia di non fare di tutta l’erba un fascio e i nostri accusatori obbietteranno che anche all’interno dei partiti e dei sindacati istituzionali ci sono brave persone e che il sistema và cambiato “dal di dentro”….ad un cittadino mediamente non può sfuggire che questo ragionamento non sta in piedi , tutti i tentativi di percorrere la strada del cambiamento “ dal di dentro” sono miseramente falliti chi ci ha provato, o è stato emarginato o, peggio ancora, è tornato mogio mogio all’ovile ed è diventato a sua volta sistema, quindi se questi bravi cittadini sono ancora presenti nei vari apparati farebbero bene ad uscirne a porne in essere di nuovi oppure ad aggregarsi a movimenti e associazioni che non siano emanazioni della casta partitica.

La nostra proposta e il nostro intento è quello di unificare le lotte palesemente scevre da qualunque compromesso inciucista e rafforzare e sviluppare  realtà che hanno nel loro dna la centralità del BENE COMUNE senza se e senza ma.

SIAMO ASSOLUTAMENTE CONTRO IL NUCLEARE.

SIAMO ASSOLUTAMENTE CONTRO LA TAV.

SIAMO ASSOLUTAMENTE CONTRO L’EXPO.

SIAMO ASSOLUTAMENTE CONTRO GLI INCENERITORI.

SIAMO ASSOLUTAMENTE CONTRO  IL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA.

SIAMO ASSOLUTAMENTE CONTRO NUOVE CEMENTIFICAZIONI.

SIAMO ASSOLUTAMENTE CONTRO LA BASE MILITARE AMERICANA  DAL MOLIN DI VICENZA

SIAMO ASSOLUTAMENTE CONTRO LA RIFORMA GELMINI

SIAMO ASSOLUTAMENTE CONTRO IL PRECARIATO NEL MONDO DEL LAVORO.

Sono molte altre tantissime le cose su cui siamo CONTRO e a chi ci obbieterà che però servono anche le proposte rispondiamo che le proposte prevedono oltre che chi le formula anche qualcuno disposto a percepire …e la classe dirigente attuale, questa casta politico-affaristica o non le prende neanche in considerazione o quando recita la parte del “finto-buono” tende a prendere per i fondelli a fare perdere tempo sperando che la stanchezza assopisca le giuste rivendicazioni.

Preso atto dell’impossibilità di un dialogo costruttivo con la cricca al potere non rimane altro che riconoscersi dietro un pensiero chiaro netto è senza equivoci: QUE SE VAYAN TODOS !

L’avventura comincia! ci trovate anche sufacebookhttp://www.facebook.com/group.phpgid=325339917771 

prossimamente un canale video e una web tv; sostanzialemente un work in progress al quale vi chiediamo di partecipare attivamente iscrivendosi alla news letter

IMPORTANTE: ci segnalano qualche problema ad iscriversi alla news letter, SE NON RIUSCITE iscrivetevi alla pagina facebook per rimanere in contatto, risolveremo il problema


E’ NATOultima modifica: 2011-05-15T23:41:00+00:00da quesevayan
Reposta per primo quest’articolo

14 pensieri su “E’ NATO

  1. que se ne vayan todos…parole d’assoluta poesia,l’inderogabile necessità di nuove prospettive per gli umani,l’assoluta certezza che il pianeta meriti di meglio,per porre fine al dissanguamento…
    il feroce desiderio di tempi nuovi…
    hasta

  2. Ciao Paolo, innanzitutto auguri per questa nuova iniziativa, della quale condivido il pensiero di fondo dal quale prende vita.

    L’unica cosa che francamente mi lascia perplesso – e che, né comprendo, né condivido – è la scelta del nome: perché in spagnolo e non in italiano?

    @perchè ricorda le manifestazioni di piazza in argentina e il Che ….ciao
    Paolo

  3. Leggendo questo post anche a me è venuto in mente il Movimento 5 stelle.
    In parte sono d’accordo con quello che è stato scritto qui, anch’io sono contro tutte le cose elencate, però in questo momento ho un partito che mi piace e un leader che mi emoziona e che mi dà l’idea di bella e vera politica. Voglio sperare, e per il momento ci spero davvero, che come lui ce ne siano molti altri.

  4. Paolo, però non hai risposto…in che vi differenziate dai Grillini? Anche quella V ricorda qualcosa…..

    @ti rispondo ;ma perchè assimilare, l’idea che ragioniamo con la nostra testa non ti viene in mente?
    e poi se i “grillini” come li chiami tu si riconoscono in questo pensiero mi può fare solo piacere….
    se domani le stesse cose le dicessero i comboniani sarei contento tu mi assimilassi a loro.
    Noi non ci vergogniamo di essere anti-sistema, anzi…

  5. i tempi sono maturi.è arrivato il momento di mandare a casa tutte le sanguisughe che sono il vero problema dell’indebolimento di un paese che altrimenti avrebbe mille risorse.è ora che il popolo italiano torni ad essere un popolo vivo,cosciente e intraprendente e che si svegli dal torpore dall’ozio e dall’indifferenza e smetta di assistere passivamente al declino del paese.devono andare tutti a casa indipendentemente dal credo politico.40 anni di soprusi e rapine sono piu che sufficienti ed è arrivata l’ora di riprendersi ciò che è nostro.qui non si tratta di essere grillini piuttosto che oppositori,si tratta di ricordarsi che siamo un popolo,cosa che a troppi sfugge,incantati da questo o quello interesse personale.svegliatevi e toglietevi dagli schermi che per anni vi hanno rincoglionito e imbambolato mentre ci rubavano tutto.o ci svegliamo ora o saremo per sempre un paese di caproni e non un popolo unito

  6. i tempi sono maturi.è arrivato il momento di mandare a casa tutte le sanguisughe che sono il vero problema dell’indebolimento di un paese che altrimenti avrebbe mille risorse.è ora che il popolo italiano torni ad essere un popolo vivo,cosciente e intraprendente e che si svegli dal torpore dall’ozio e dall’indifferenza e smetta di assistere passivamente al declino del paese.devono andare tutti a casa indipendentemente dal credo politico.40 anni di soprusi e rapine sono piu che sufficienti ed è arrivata l’ora di riprendersi ciò che è nostro.qui non si tratta di essere grillini piuttosto che oppositori,si tratta di ricordarsi che siamo un popolo,cosa che a troppi sfugge,incantati da questo o quello interesse personale.svegliatevi e toglietevi dagli schermi che per anni vi hanno rincoglionito e imbambolato mentre ci rubavano tutto.o ci svegliamo ora o saremo per sempre un paese di caproni e non un popolo unito

  7. Pur condividendo l’ideale sulle cose che scrivi .. molte delle cose che proponi sono concettualmente sbagliate, in linea di principio tuttavia proponi sempre di cambiare delle leggi ma bisogna attuare una rivoluzione di concetto, una rivoluzione di principi in generale.
    1) se mi dai un reddito di 800 euro .. chi va più a lavorare ??? Inoltre è totalitarista come principio perchè vuol dire che quegli 800euro saranno prodotti da schiavi che lavorano anche per i disoccupati .. e non è giusto. E’ corretto invece pretendere delle ore minime di lavoro garantite.
    2) l’ICI è una tassazione ingiusta
    3) carcere per chi evade .. .. non ci saranno più imprenditori e/o capitalisti disposti a investire nel sistema a meno che attivare un’impresa non renda molto molto di più .. le aziende chiudono !!!
    4) GLi immobili non vanno tassati .. non è corretto tassare il patrimonio
    5) Sequesto degli immobili sfitti .. è un furto .. non si possono violare i diritti individuali
    6) Obbligo di ristrutturazione .. è una misura totalitarista. Puoi offrirti di comprare gli immobili a prezzo di mercato.
    7) chi ha di più .. è sbagliato è giusto chi guadagna di più .. devi sempre puntare sul reddito non sul patrimonio.. inoltre non è così che il sistema si sviluppa ..

    AL DI LA’ DELLA CONTRARIETA’ SU ALCUNI PUNTI .. le tue sono piccole correzioni al sistema .. BISOGNA MUOVERSI CON PRINCIPI DIFFERENTI.

    @le mie voglio essere mine alle fondamenta del sistema, fino alla messa in discussione della proprietà privata.

Lascia un commento